fbpx
Tamponi di superfici per la ricerca di coronavirus

Tamponi di superfici per la ricerca del Covid-19

Durante la giornata di lavoro sono innumerevoli gli oggetti con cui veniamo in contatto: scrivanie, tastiere, mouse, piani di lavoro, pulsantiere, maniglie etc).


Uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine rivela che il COVID-19 rimane attivo per 72 ore sulla plastica, 48 ore sull’acciaio, 24 ore sul cartone e 4 ore sul rame. Ci si rende conto pertanto di quanto sia indispensabile poter verificare con certezza l’efficacia delle attività di pulizia e sanificazione ordinarie e straordinarie eseguite per ridurre il rischio di contagio da coronavirus derivante dal contatto con superfici contaminate.

Alla luce delle considerazioni precedenti, il Gruppo Bucciarelli ha messo in piedi un sistema in grado di verificare la presenza del COVID-19 su molteplici superfici.

Attraverso una procedura è possibile campionare il virus mediante l’utilizzo di tamponi (NRS II Transwab dotati di liquido di trasporto inattivante) che vengono strisciati sulla superficie da esaminare. L’estrazione dell’RNA del Covid-19 avviene in laboratorio, una volta che i tamponi sono arrivati, e la conseguente verifica della presenza del virus COVID-19 in Real Time PCR attraverso la ricerca del suo RNA.

Grazie all’uso di un inattivante Il sistema, rapido e sicuro, consente di eseguire in autonomia il campionamento delle superfici. Un kit di prelievo da noi fornito Ti verrà recapitato comodamente dove vuoi. Le istruzioni operative per eseguire correttamente il campionamento sono evidenziate nel seguente documento:

Tamponi di superfici per la ricerca di coronavirus
covid-19

Questa voce è stata pubblicata in CORONAVIRUS e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.