fbpx

GB HACKATHON – Progetti e Vincitori

Il Laboratorio Bucciarelli diventa Laboratorio di innovazione con il “GB Hackathon”

Un hackathon è una maratona di innovazione orientata allo sviluppo di nuove idee in cui la parola chiave è contaminazione. Quello che succede in un hackathon è riconducibile a quello che accade in un centro di ricerca: si fanno prove e si generano idee che verranno poi testate immediatamente “sul mercato” (che in questo caso è la giuria votante). E’ un laboratorio che dura in media un fine settimana e che sfrutta il potenziale generativo delle giovani menti a lavoro. 

Promotore di questa iniziativa il Laboratorio Bucciarelli, leader nel campo delle analisi chimiche e microbiologiche industriali, che ha ospitato in occasione del 45° anno della sua attività, il GB Hackathon: la maratona informatica che ha permesso ad oltre 25 “hacker” tra sviluppatori, chimici, designer e appassionati di marketing e business di avere accesso ai dati dei Gruppo Bucciarelli per creare software e soluzioni disruptive con l’obiettivo di portare sul mercato nuovi servizi e creare ulteriori opportunità.  

L’evento ha visto la partecipazione di 25 giovani talenti dai 19 ai 37 anni, provenienti da varie regioni italiane, che hanno potuto esprimere la propria creatività su temi e progetti nel settore delle analisi chimiche e microbiologiche e dell’economia circolare. I players sono stati raggruppati in 5 team identificati ognuno, in occasione del 150° anniversario della tavola periodica, dal nome di un elemento: Rame, Elio, Carbonio, Calcio ed Idrogeno. Ognuno dei componenti dei team ha avuto il supporto di 8 coach esperti ed il prezioso aiuto del Dott. Bruno e del Dott. Franco Bucciarelli, che li hanno guidati ed indirizzati nel corso dei lavori. 

Infatti a differenza degli startup weekend o delle consulenze standard, nell’hackathon sono i manager delle organizzazioni o delle aziende promotrici che danno input ai gruppi di lavoro e partecipano, seppur in disparte, allo sviluppo delle idee. 

Le idee caratterizzate tutte da un alto carattere innovativo hanno toccato argomenti come: il riciclo delle fibre di carbonio, il riciclaggio delle acque reflue dei frantoi, il machine learning, l’applicazione di un dispositivo contro il deterioramento del patrimonio artistico, fino ad un kit di analisi da svolgere comodamente a casa. 

Proprio quest’ultima idea del team Elio composto da: Brandimarti Giulio (cat. Marketing&Business), Scaramucci Giulia (cat. Biologa), Ziosi Lorenzo e Vittori Francesco (cat. Developer), è stata valutata vincitrice dalla giuria presieduta dal Rettore dell’Università Politecnica delle Marche, Longhi Sauro. Il team ha sviluppato un servizio semplice di analisi su ambiente e salute, completamente fai da te!

A seguire sul podio l’idea FeeLeaf: un servizio innovativo e sostenibile di riciclaggio delle acque reflue.Terzo classificato, il team con l’idea I.A.B (Inibizione Acustica Biodeteriogeni), contro il deterioramento del patrimonio artistico e culturale. 

«Il GB Hackathon – commenta Franco Bucciarelli, CEO del Gruppo Bucciarelli – è un modo diverso di fare impresa e animazione sul nostro territorio». L’iniziativa organizzata con il patrocinio della Camera di Commercio delle Marche, di Confindustria Centro Adriatico, dell’Università Politecnica delle Marche, dell’Università di Macerata, dell’Università di Camerino e della Fondazione Marche, ha avuto un importante impatto sul territorio e una grande risonanza a livello mediatico e sui social.

Nel corso del weekend si sono avvicinate al GB Hackathon, per conoscere i partecipanti e per capire il funzionamento dello stesso, diverse autorità tra cui l’assessore della Regione Marche allo sviluppo Bora Manuela e il Presidente della Camera di Commercio delle Marche Sabatini Gino. Inoltre, diversi imprenditori tra cui Gabrielli Giancarlo e Gaspari Franco a testimonianza dell’importanza di portare innovazione all’interno del tessuto imprenditoriale.

Sempre più spesso gli hackathon sono occasioni per fare recruiting di menti giovani e fresche, il Gruppo Bucciarelli tiene a rimarcare la sua disponibilità nei confronti dei ragazzi e a far presente che le tutte le 5 idee sono state oggetto di interesse anche da parte di imprenditori presenti in sala e, pertanto, saranno tenute in considerazione e valutate. 


Questa voce è stata pubblicata in GB Hackathon, GB Hackathon - Progetti e Vincitori. Contrassegna il permalink.